Un po di storia…
Il paese di Ciciana si trova alle pendici delle Pizzorne nel comune di Lucca.
Le scarse notizie storiche di questo piccolo borgo non ci permettono di risalire alla sua fondazione; lo storico E. Repetti lo identificherebbe con il toponimo “Cisana”, in alcuni documenti della Diocesi di Lucca datati 776 e 780.
La sua chiesa dedicata a S. Bartolomeo, appartenne fin dall’inizio (VIII secolo) alla Pieve di S.Pancrazio, l’attuale fabbrica risalente al XII secolo, conserva al suo interno uno stupendo organo del 1798 e all’esterno – sopra la porta d’ingresso – un pregevole bassorilievo raffigurante S.Bartolomeo.
Nel borgo sono da segnalare l’antica villa Diodati del XVII secolo e il presepe animato realizzato nella chiesa e visitabile tutto l’anno.

La mulattiera ha inizio vicino alla famosa Villa Oliva, dalla chiesa di S. Pancrazio, Pieve battesimale a partire dal X secolo, dalla quale dipendevano sia Sant’Andrea di Saltocchio che San Bartolomeo di Ciciana.
È a navata unica, una tipologia inconsueta per le pievi lucchesi che adottano abitualmente la struttura a tre navate, ma non rara in questa zona.
La facciata a capanna e l’abside, costruite in arenaria, sono coronate da archeggiature, mentre nei fianchi appaiono semplici mensole.